Una foto del nonno

E' appena trascorso il 27 gennaio, Giorno della Memoria, nato per ricordare le vittime dell'Olocausto e, soprattutto, per interrogarsi sulla Shoah e il perché della discriminazione dell'uomo contro altri uomini. Il tema, sempre attuale, è stato affrontato da Maria Battistella, nipote dello scrittore Bruno Palamara, con la sua tesina dal titolo “La guerra e ...mio nonno” elaborata in occasione degli esami di maturità scientifica. Maria riporta alla luce la vita e la storia del nonno, un africese nato nel 1921 a Casalnuovo d'Africo che si interseca con la disgraziata e scellerata persecuzione degli ebrei. Deportato in uno dei tanti campi di concentramento della Germania riesce, dopo numerose vicissitudini, a sopravvivere ed a ritornare agli affetti dei suoi cari. Alla fine del racconto l'autrice svela il nome del nonno scrivendo "...solo alla fine rivelo il suo nome, perché considero la sua storia personale analoga a quella di tutti gli altri soldati protagonisti della seconda guerra mondiale...".

 

Documenti scaricabili:
Scarica questo file (Tesina MB.pdf)Tesina MB.pdf135 kB143 Downloads