Contenuto principale

Messaggio di avviso

Le Mal du Pays - René Magritte

Questa nuova iniziativa nasce dall'idea di rendere omaggio ai messaggi più belli, significativi e nostalgici che periodicamente riceviamo. Potete anche partecipare attivamente, votando i messaggi, attraverso un semplice clic sulle stelline che desiderate assegnare ad ognuno di essi.
Avviso Importante : Prima della pubblicazione dei messaggi è stato chiesto l'assenso alla divulgazione del testo con nome e cognome. In alcuni casi però, non è stato possibile raggiungere i legittimi autori poiché gli indirizzi email in nostro possesso sono risultati disattivati. Se siete tra gli autori non contattati, per i suesposti motivi e non gradite che il vostro messaggio venga pubblicato, comunicatelo attraverso il form contatti e il vostro messaggio verrà tempestivamente rimosso.

 


Frequentai nel lontano 1954/55 la scuola media parificata esistente nel Vostro Comune, della quale allora era Preside, Don Stilo.
Ho ancora vivo il ricordo di quel periodo, della scuola, delle strade e delle case da poco realizzate; della chiesa e della struttura annessa dove, noi ragazzi provenienti da altri Comuni, pranzavamo prima di ritornare, nel pomeriggio, a scuola.
Non nascondo di avere nostalgia di quei luoghi, per questo, apprezzzando con sincero interesse la vostra iniziativa circa il Comitato Pro-Africo.
Distinti Saluti.

07 marzo 2010 Roberto Ceccarini
 
  1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 3.33 (21 Voti)
 


Carissimi,
Prima d'ogni cosa vi voglio ringraziare poichè con questo sito, da me scoperto da poco, mi fate "rivivere" il mio ed il nostro paese oltre che gli anni più belli e tormentati, da fremiti giovanili, della mia vita.
Ho avuto così modo anche di trovare dentro di esso anche mio padre e mio fratello e la cosa ancor di più mi ha riempito di gioia.
Vi ringrazio ancora e mi voglio complimentare con il curatore del sito stesso che con accortezza ha saputo gestire le innumerevoli bellezze di un luogo che ormai da anni viene deturpato senza mai capire veramente le ragioni che inconsapevolmente ci spingevano verso una lenta e tormentata agonia. 
Spero, e così sembra, che senza saperlo qualcosa stia cambiando e ciò ci spingerà a guardare avanti senza più voltarci indietro pur tuttavia senza  mai dimenticare il nostro tormentato cammino.
Grazie per avermi fatto entrare ancora dalla e sulla via Provinciale e principale del nostro paese che a noi tutti, una volta imboccata, ci apre il cuore.
Mi manca Africo e gli Africesi o meglio i miei paesani, il mare e i suoi profumi, le espressioni e i sensi profondi della nostra cultura e del nostro passato poichè vai via a vent'anni con il mondo negli occhi e nei sospiri per poi ritrovarti a quaranta, senza sapere il perchè se non per l'odioso bisogno e dovere del lavoro, straniero tra gli stranieri. Adesso però quando ho voglia di "tornare" lo faccio perchè ci siete Voi con questo sito e di questo ve ne sono Grato.

05 gennaio 2008
Olindo Favasuli

 

  1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.29 (24 Voti)
 


Sono contenta di avere trovato il sito di africo, sono in Francia e mia Mama è d' Africo. Ho visto le foto di Africo Vecchio che mia Mama parla sempre è sono emozzionata. Spero che uno giurno protro venire è vedere dei mei occhi. Saluti

6 dicembre 2004 Caterina Cirasaro

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 2.94 (16 Voti)
 


Per la prima volta vedo una nota molto positiva sul mio paese e vi assicuro che è molto bello. Vedendo e leggendo mi ritornano in mente tutti i ricordi del mio passato, a quando nel lontano 1955 si incominciò la costruzione del paese. Quante emozioni! le prime case, "la ruga" le piazze della chiesa e del municipio, adibite per l'occorrenza a campi di calcio, le notti di natale quando si andava di notte in giro per il paese a cercare la legna per riscaldarci con un grande falò in mezzo alla piazza. Potrei ancora andare avanti, ma ci vorrebbe troppo spazio. Alla prossima.

24 agosto 2004 Pietro Stilo

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 3.32 (19 Voti)
 


Sono contento di aver visto un bel sito. Spero di vedere e di leggere sempre cose interessanti per il nostro paese. Io conosco più Africo Vecchio, perchè lì mi sono cresciuto e di esso mi sento orfano. Sarebbe bello che tutti gli africesi (africoti) di buona volontà si mettessesro insieme per far risorgere, attraverso la cultura, il nostro paese.

06 dicembre 2001 Leo Stilo

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 2.89 (19 Voti)